Braccialetti elettronici, è boom per l’Italia


dal sito http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=8099

I gestori mobili e i produttori italiani sono pronti a entrare nel business dei braccialetti elettronici.

[ZEUS Newswww.zeusnews.it – 08-09-2008]

pid

Si
tratta di un giro d’affari per almeno 200 milioni di euro, quello
rappresentato dai braccialetti elettronici, che il ministro della
Giustizia Angelino Alfano vorrebbe allacciare ai polsi e alle caviglie
di circa 4.000 detenuti italiani che affollano le carceri e che
potrebbero scontare la propria pena a casa.

I maggiori gestori telefonici del nostro Paese (e in particolare Telecom Italia, Vodafone
e Wind) sono pronti a gettarsi in questo lucroso affare, ma decisive
per la concessione saranno la copertura, l’efficienza del servizio di
manutenzione, i livelli di sicurezza per evitare disattivazioni
fraudolente o improvvise schermature e cadute del segnale causate da
“evasioni tecnologiche”.

Anche i maggiori produttori di apparati per telecomunicazioni come la
Urmet e la Aethra sono molto interessate al braccialetto elettronico e
alla sale di controllo che dovranno essere allestite presso la polizia
penitenziaria. In pratica una gran parte delle risorse recuperate
grazie ai tagli dei fondi per le intercettazioni telefoniche
ritornerebbe agli stessi gestori telefonici che le gestivano.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: