P2P, pedopornografia e fake: rapporto problematico


dal sito http://charts.technorati.com/posts/CSjxc21am5TqyA996lPf0YLQ1pdRCehERMgavCr0xVs%3D

http://fds.affinica.com/ 2008/ 05/ 27/ p2p-pedopornografia-e-fake-rapporto-problemat…

di Gianluigi Fioriglio Polizia Postale logo Negli ultimi giorni si è
discusso del caso di un giovane indagato per aver scaricato e condiviso
filmati aventi contenuto pedo-pornografico. Chiaramente e giustamente,
questa condotta concretizza un reato, punito dall’art. 600-ter del
Codice penale: il ragazzo però si professa innocente, perché il file
era un fake. La norma punisce chiunque, con qualsiasi mezzo e anche per
via telematica, distribuisce, divulga, diffonde o pubblicizza materiale
pedo-pornografico. Le sanzioni consistono nella reclusione da uno a
cinque anni e nella multa da euro 2.582 a euro 51.645.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: