Registrare ogni telefonata, Sms, email e pagina web


dal sito http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=7555

E’ l’ambizioso piano di controllo globale che il governo inglese sta mettendo a punto.

[ZEUS Newswww.zeusnews.it – 22-05-2008]

In un database tutte le comunicazioni inglesi

Foto via Fotolia

L’Home Office del Regno Unito (il Ministero dell’Interno) ha deciso di dare un’accelerata al progetto Grande Fratello creando un unico, enorme database nazionale nel quale verranno conservate tutte le comunicazioni effettuate dai sudditi della Regina.

Telefonate, Sms, email, pagine web visitate: tutto verrà registrato e archiviato in vista di una possibile utilità per aiutare le forze di polizia nel rintracciare i malviventi.

Se tutto andrà come previsto, entro la fine dell’anno verrà dunque pubblicato il Communications Bill che conterrà le normative per l’istituzione del database centrale delle comunicazioni, necessario a causa dei cambiamenti avvenuti nelle comunicazioni che “minano la capacità di ottenere i dati sulle comunicazioni e usarli per proteggere il pubblico”.

Il primo a essere preoccupato per le conseguenze di un piano del genere è l’Ico, l’Information Commissioner’s Office, ossia l’autorità per la protezione dei dati personali inglese.

In una nota, l’Ico rende nota le proprie perplessità e il timore che si voglia andare “troppo oltre”. “Non ci risulta nulla che giustifichi la conservazione
delle informazioni circa l’uso di Internet e del telefono di ogni
cittadino del Regno Unito. Abbiamo fondati dubbi sul fatto che questa
decisione possa essere giustificata, adeguata o desiderabile”.

“Abbiamo già avvisato del fatto che stiamo camminando come sonnambuli verso una società di sorveglianza.
Mantenere una vasta collezione di dati è sempre rischioso; più dati
vengono accumulati e conservati, più grandi saranno i problemi quando
questi dati verranno persi, venduti o rubati”
.

In aggiunta alle questioni sulla privacy, infatti, il furto o lo smarrimento di tali informazioni è tra le prime preoccupazioni, specie considerando i trascorsi non proprio positivi del governo inglese.

Il tutto senza poi contare le difficoltà di gestione della mole di dati
che si verrebbe a concentrare e le risorse richieste: solo nello scorso
anno, in Gran Bretagna sono stati inviati 57 miliardi di Sms, mentre il
numero delle email ammonta a tre miliardi ogni giorno.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: