Lupin III


dal sito http://www.webalice.it/cesare84/LUPIN_III.html

//www.lupinthe3rd.net/images/

I lungometraggi

Lupin III è stato il protagonista di sei lungometraggi. Ciò lo
distingue da tutti gli altri personaggi animati che non possono vantare
un numero così elevato di partecipazioni. Lupin è stato uno dei primi
personaggi non robotici ad andare oltre la logica dei Manga matsuri (
piccoli festival del cinema di animazione) ed approdare al cinema.

LUPIN III E LA PIETRA DELLA SAGGEZZA (“Le avventure di Lupin III”)
(1978):questo primo lungometraggio viene realizzato appena dopo
l’inizio della seconda serie. Si tratta di un film per certi versi
molto anomalo.I personaggi hanno caratteristiche diverse dalla serie
sono infatti più magri ed allungati; La vicenda molto moderna. Si parla
infatti di clonazione. Lupin deve combattere contro Mamoo, creatura in
grado di riprodursi all’infinito. Il film presenta alcune scene un po’
piccanti con protagonista Fujiko .

La lunghezza raggiunge le due ore.

Nell’edizione italiana distribuita in home video la voce di Lupin
non è quella classica ed inimitabile di Roberto Del Giudice ma un’altra
troppo farsesca ed adulta

IL CASTELLO DI CAGLIOSTRO (1979): è il capolavoro della filmografia
di Lupin III. Diretto da Hayo Miiazaki. Per questo regista (il più
famoso di animazione giapponese ), Cagliostro rappresenta un lavoro
giovanile ma non per questo di scarso valore. Il film è davvero
notevole sotto tutti gli aspetti: storia, animazione (curatissima anche
nei particolari), musiche. La vicenda racconta le imprese di Lupin per
salvare la bella principessa Clarice, giovane promessa sposa ad un
Conte falsario che domina una piccola nazione nelle Alpi, e conferisce
all’intera opera un’aria di fiaba e poesia, condita da un bel po’ di
azione e di umorismo. Perfetti tutti i personaggi (in particolare
Zenigata: determinatissimo inseguitore di Lupin ma anche suo alleato
nel combattere il Conte). Il colore verde della giacca ci consente un
tuffo nel passato, nella prima serie. Merita una citazione la scena
dell’inseguimento iniziale in cui Lupin guida una Fiat 500 in grado di
raggiungere velocità impensabili.

Nell’edizione italiana la voce non è quella di Roberto Del Giudice ma è sicuramente più gradevole della precedente.

IL SEGRETO DELL’ORO DI BABILONIA (1985):E’ sicuramente il film
peggiore. E’ una diretta emanazione della terza serie Tv, ad esso hanno
infatti partecipato i curatori di tale serie.In Italia l’edizione home
video è stata vistosamente e rovinosamente censurata.

La storia parla del ritrovamento dell’oro della città di Babilonia, nascosto a New York dagli extraterrestri.

I disegni sono pessimi. Decisamente orecchiabile è invece “Manhattan Joke” la canzone iniziale.

LA COSPIRAZIONE DEI FUMA (1987) (si tratta di un OAV: film prodotto
direttamente per il mercato dell’home video) Rappresenta la
continuazione di Cagliostro. E’ un lungometraggio che, dopo qualche
anno di buio,in occasione del suo ventesimo anniversario, riporta Lupin
III ai fasti che merita grazie ad una storia molto animata e ad una
realizzazione tecnica all’altezza. Ritorna la giacca verde, il viso
arrotondato, l’ambientazione giapponese tradizionale, la fiat 500. Il
film è diretto da Yasuo Otsuka, che aveva affiancato Miyazaki in
Cagliostro.

Il film è il più breve della filmografia di Lupin (poco più di
un’ora) ed ha come protagonista Goemon, impegnato a salvare la promessa
sposa Murasaki da una banda di malviventi (i Fuma del titolo), che
intendono rubare il tesoro della famiglia di lei. Da notare gli
inseguimenti del determinatissimo Zenigata e le fughe di Jigen e Lupin
in 500

LUPIN III E LE PROFEZIE DI NOSTRADAMUS (“VA’ AL DIAVOLO
NOSTRADAMUS” ) (1995): benché siano passati ormai otto anni dall’ultima
apparizione di Lupin sul grande schermo, M. Punch ed i responsabili
della TMS si rendono conto che il loro personaggio è ancora ben
presente nella mente di tutti i fans, e, superati gli ultimi dubbi,
inevitabili visto il lungo periodo di assenza, ecco che si decide di
dar vita ad un nuovo capitolo cinematografico per Lupin III. Si decise
di fare le cose in grande stile, affidando ad un ente appositamente
creato la realizzazione del film ed anticipando l’uscita del film con
un ampio battage pubblicitario. Il film ha goduto in Giappone di un
buon successo (terzo nella speciale classifica per il 1995), ed è stato
trasmesso anche da noi in prima serata (con ottime percentuali
d’ascolto). L’animazioneè molto curata ma non supera di certo
Cagliostro.le vicende sono ambientate ne 1999, Lupin è impegnato a
salvare la figlioletta del candidato alla presidenza americana –
Douglas – dalla setta di Nostradamus – sorta grazie alle paure legate
alla fine del millennio. Le scene divertenti non mancano ma non
raggiungono alte vette di umorismo e di spettacolarità. Nella versione
tv italiana è stata tagliatauna scena di nudo di Fujiko , che però
riappare in VHS.

LUPIN III: DEAD OR ALIVE (1996): l’ultimo capitolo della “saga” di
Lupin III è diretto dal quello che si può definire il papà: Monkey
Punch il quale,non era soddisfatto del fatto che il suo personaggio,
nel manga tratteggiato con caratteri piuttosto duri, si fosse
ammorbidito in misura eccessiva; da ciò la decisione di riportare Lupin
agli antichi caratteri tramite un design dei personaggi simile a quello
del manga. Il film è singolare,carico di aspetti violenti, ricco di
colpi di scena e travestimenti. L’animazione è realistica e c’è un
discreto uso della computer grafica.

Il testo è tratto dal sito http://www.satyrnet.it/lupin/film.htm

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: