Al via l’Anagrafe Unica Nazionale


dal sito http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=7012

Nasce ufficialmente il progetto Aun, che racchiuderà in un unico database i dati di tutti i cittadini italiani.

[ZEUS Newswww.zeusnews.it – 07-03-2008]

l'Anagrafe Unica Nazionale

Foto di Tom Perkins

Mettere
a disposizione dei cittadini, dovunque si trovino, la possibilità di
richiedere certificati eliminando le code agli sportelli; snellire le pratiche burocratiche;
far risparmiare le amministrazioni locali; eliminare la necessità del
cartaceo: sono questi gli ambiziosi obiettivi del progetto Aun, ossia
Anagrafe Unica Nazionale.

Coordinato dal dottore Francesco Perrotta, direttore generale di Infinity Dwh, il progetto Aun consiste sostanzialmente in un gigantesco database che raccolga i dati di tutti i cittadini italiani che attualmente vengono gestiti dalle locali anagrafi comunali.

Ogni amministrazione, istituzione, e persino ogni privato cittadino potrà accedere al database attraverso “un’amichevole e uniforme interfaccia
che permetta in tempo reale l’aggiornamento del database centrale …
il tutto garantito da avanzatissime specifiche di sicurezza”
, si legge nella presentazione, disponibile in formato Pdf, che annuncia il raggiungimento dell’accordo grazie al quale nascerà l’Anagrafe Unica.

Il progetto Aun esiste in realtà già da cinque anni e ora, con
la firma del protocollo d’intesa tra le tre aziende (Infinity Dwh,
AireServices e In.Formazione) e le due associazioni di categoria
(l’Associazione Nazionale Informatici Pubblici e Aziendali e
l’Associazione Laureati in Scienze dell’Informazione e Informatica)
coinvolte nell’impresa, verrà realizzato il prototipo; ancora non sono
stati chiariti i tempi necessari per la realizzazione del sistema.

I vantaggi della realizzazione di un simile servizio, a partire
dal semplice risparmio di tempi e costi, sono evidenti e
permetterebbero davvero a ognuno di interagire con la pubblica
amministrazione in maniera facile e trasparente, se le promesse saranno
mantenute.

Tra le conseguenze positive della creazione del database c’è anche la lotta all’evasione e alla criminalità: “l’implementazione
di questo sistema permetterà di far interagire altre banche dati della
pubblica amministrazione come ad esempio quella fiscale, il che si
traduce in una concreta possibilità di combattere efficacemente
l’evasione, non dimenticando che anche la pubblica sicurezza avrebbe un
ulteriore valido strumento per contrastare la criminalità”
.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: